link sponsorizzati

giovedì 6 novembre 2014

IMMAGINI E PREGHIERE DE GESÚ BAMBINO

 
O Gesù Bambino,
mi rivolgo a te e ti prego
per la tua Santa Madre,
 di assistermi in questa necessità
(esprimere il proprio desiderio),
poiché credo fermamente che la tua Divinità
può venirmi in aiuto.
 
Spero con fiducia di ottenere
la tua santa gra­zia.
 
Ti amo con tutto il cuore
e con tutte le forze dell'anima mia.
 
Mi pento sinceramente dei miei pec­cati
e ti supplico, o buon Gesù,
di donarmi la forza di vincerli.
 
Prendo la ferma risoluzione
di non offenderti mai più,
e mi offro a te con la disposizio­ne
di soffrire piuttosto che di dispiacerti.
 
Ormai, voglio servirti con fedeltà.
 
Per amore tuo,
o divino Gesù Bambino,
amerò il mio prossimo come me stesso.
 
O Gesù Bambino pieno di potenza,
ti supplico di nuovo,
assistimi in questa circostanza
(ripetere il proprio desiderio),
fammi la grazia di possederti eter­namente
con Maria e Giuseppe in cielo
e di adorar­ti con i santi angeli.
Così sia
 

Asciuga, Bambino Gesù,
le lacrime dei fanciulli!
Accarezza il malato e l’anziano!
Spingi gli uomini
a deporre le armi
e a stringersi in un universale
abbraccio di pace!
Invita i popoli,
misericordioso Gesù,
ad abbattere i muri
creati dalla miseria
e dalla disoccupazione,
dall’ignoranza
e dall’indifferenza,
dalla discriminazione e dall’intolleranza.
Sei tu,
Divino Bambino di Betlemme,
che ci salvi,
liberandoci dal peccato.
Sei tu il vero e unico Salvatore,
che l’umanità spesso cerca a tentoni.
Dio della pace,
dono di pace
per l’intera umanità, vieni a vivere
nel cuore di ogni uomo e di ogni famiglia.
Sii tu la nostra pace
e la nostra gioia!

Giovanni Paolo II
 

Segno piccolo e fragile, umile e silenzioso,
ma ricco della potenza di Dio,
che per amore si è fatto uomo.

Signore Gesù, con i pastori
noi ci accostiamo al tuo presepe
per contemplarti avvolto in fasce
e giacente nella mangiatoia.

O Bambino di Betlemme,
Ti adoriamo in silenzio con Maria,
tua Madre sempre Vergine.

A Te la gloria e la lode nei secoli,
divin Salvatore del mondo!
Amen.
 
 
 
 
 
Gesù+Bambino
 
Gesù+Bambino
 
Gesù+Bambino
 
Gesù+Bambino
 
Gesù+Bambino
 
 

martedì 22 aprile 2014

A SAN GIOVANNI EVANGELISTA, PREGHIERE PER FARE RICHIESTE



 
Per quell'angelica purità,
che formò sempre il vostro carattere,
e vi meritò i privilegi più singolari,
d'esser cioè il discepolo prediletto di Gesù Cristo,
di riposare sul suo petto,
di contemplare la sua gloria,
di assistere da vicino ai prodigi più stupendi,
e finalmente di essere 
dalla bocca stessa del Redentore
dichiarato figlio e custode della divina sua Madre:
 
Otteneteci, vi preghiamo,
o glorioso S. Giovanni:
 
(effettuare la richiesta)
 
abbiamo inoltre vi chiediamo
 la grazia di custodir sempre gelosamente
la castità conveniente al nostro stato,
e d'evitare tutto quello
che la potrebbe offendere menomamente,
per meritarci le grazie più distinte,
e specialmente la protezione
della Beata Vergine Maria,
che è la caparra più sicura
della perseveranza nel bene
e della beatitudine eterna. 
 
Gloria.
 
 
 

PREGHIERE A SAN GIORGIO PER CHIEDERE UN BUON MARITO



 
“Oh, San Giorgiu miraculusu,
martiri santu, valenti cavaleri,
fammi attruvari l’omu amurusu,
masculu onestu, beddu, sanseri.
 
Ti l’addumannu mansu e virtuusu,
travagghiaturi e c’avissi un misteri;
e mi purtassi puru dintra un pirtusu,
fattu di paci e d’amuri, senza pinseri.
 
Si apri ‘stu cori, chi tegnu scurusu,
viri arrinesciri "na brava muggheri;
lu to nòmi mettu a lu primu carusu,
si mi maritu, senza cchiù smaniari. "
 
(segue un pater, un’ave e un gloria)

TRADUZIONE
 
Oh, San Giorgio miracoloso
martire santo, valente cavaliere
fammi trovare l’uomo che mi ami
maschio onesto, bello ,"Sanseri".
 
Te lo domando, calmo e virtuoso
lavoratore e che abbia un mestiere
e mi porti anche dentro un buco
fatto di pace e d’amore, senza pensieri.
 
 Si apre questo cuore, che tengo buio
vedi diventarmi una brava moglie
il tuo nome metterò al mio primo figlio
se mi sposo senza più tormentarmi.
 
 
 

sabato 19 aprile 2014

A SAN GIOVANNI BOSCO, PREGHIERA PER FARE RICHIESTE


 
 
Bisognoso di particolare aiuto,
a Voi ricorro con grande fiducia,
o glorioso Don Bosco.
 
Mi occorrono grazie spirituali
per fuggire sempre il peccato
e perseverare nel bene fino alla morte.
 
Ma mi occorrono anche grazie temporati
e specialmente...
 
(si nomina la grazia che maggiormente si desidera).
 
Voi che foste così devoto di Gesù Sacramentato
e di Maria Ausiliatrice,
e così compassionevole delle umane sventure,
ottenetemi da Gesù e dalla sua Celeste Madre
la grazia che Vi domando
e una grande rassegnazione
al volere di Dio. 
 
Pater, Ave, Gloria.
 
V° concediamo 200 giorni d'indulgenza
a chi recita questa preghiera.
 
Torino, 12 gennaio 1934.
 
 
 

PREGHIERA A SAN GENNARO



 
O glorioso Martire S. GENNARO,
che, con l'esercizio continuo
di tutte le virtù cristiane,
attendeste alla santificazione
del gregge affidato al vostro zelo pastorale
e di quanti vi conobbero;
 
Voi, che suggellaste,
col vostro sangue generoso,
la fede di Gesù Cristo su questo colle, 
dove ogni anno vive il segno prodigioso
del vostro martirio e del vostro valido patrocinio;
 
Otteneteci la grazia
di praticare fedelmente i nostri doveri cristiani,
di confessare generosamente la verità,
di amare sempre Gesù,
per assicurarci -con la vostra protezione-,
la gloria eterna del Paradiso.
 
Pater, Ave, Gloria.
 
 
 

INVOCAZIONE A SAN MICHELE



 
S. Michele Arcangelo,
difendeteci nel combattimento:
siate nostro presidio contro la nequizia
e le insidie del demonio.
 
Che Dio lo reprima,
supplichevoli scongiuriamo:
e Voi, Principe della milizia celeste,
con la divina virtù,
respingete nell'inferno Satana
e gli altri spiriti maligni, che,
a perdizione delle anime,
vanno negando per il mondo.
 
Così sia.
 
 
Indulgenza di 300 giorni -
Con approvazione Ecclesiastica
 
 
 
 

venerdì 18 aprile 2014

SAN BIAGIO, PREGHIERA PARA TUTTI I MALI DI GOLA

 
 
O glorioso S. Biagio,
che con una breve preghiera 
restituiste a perfetta sanità
un bambino infelice,
che per una spina di pesce 
attraversatasi nella gola
stava per mandare l'estremo anelito,
quindi animaste col vostro esempio
e coi vostri consigli al martirio
quelle sette divote femmine 
che raccolsero il sangue
da voi versato sotto il tormento
dei pettini di ferro che vi lacerarono
da capo a piedi;
 
Ottenete a noi tutti la grazia
di sperimentare l'efficacia del vostro patrocinio
in tutti i mali di gola,
ma più di tutto col mortificare
con la pratica della cristiana penitenza
questo senso così pericoloso,
e d'impiegar sempre la nostra lingua
a cantar le lodi di Dio,
a confessare e difendere la verità della fede,
e ad animare alla virtù tutti quanti i nostri fratelli.
 
Gloria.
 
 
 

A SAN CIRO, PREGHIERA PER LA GUARIGIONE


 
O glorioso  e zelantissimo Medico,
Eremita e Martire S. Ciro,
che vivendo sulla terra,
nell'essere chiamato agli infermi,
li curavate prima nell'anima con ridurli a Cristo,
e poi con la virtù potente della vostra mano
 li curavate nel corpo,
io, vostro indegnissimo servo,
vi prego per quel grande zelo che sempre aveste
della salute temporale ed eterna
dei vostri infermi,
che vogliate degnarvi di mirare
con occhi egualmente pietosi
le mie infermità corporali e spirituali.
 
E con quell'efficacia
delle vostre intercessioni
impetrarmi rimedio contro questi mali
che ora mi affliggono,
acciò risanato per mezzo vostro,
sia fatto degno di venire a lodare
 ed a benedire insieme con voi
in eterno il nostro Signore.
 
 
 

PREGHIERA A SAN LORENZO PER FARE RICHIESTE


 
O Glorioso S. Lorenzo,
che nato da sterili genitori
per l'intercessione di Maria,
e da lei quindi prevenuto
colle più dolci benedizioni, 
le professaste mai sempre
la divozione la più sincera,
e poneste ogni studio 
nell'imitarne le celestiali virtù.
 
Impetrate a noi tutti la grazia
di professare sempre sinceramente
una divozione così giusta,
eccellente e vantaggiosa,
per assicurare col suo validissimo patrocinio
la nostra elezione alla gloria. 
 
Gloria.
 
 
 (effettuare la richiesta a San Lorenzo
con grande fede e devozione)


 

venerdì 14 marzo 2014

ORAZIONE DI SAN CARLO MAGNO DI GRANDE PROTEZIONE CONTRO OGNI MALE

 
 
 
Questa preghiera, secondo un’antica tradizione, è stata trovata nel Sepolcro di Nostro Signore Gesù Cristo.
Nell’anno 802 sembra sia stata data da Papa Leone terzo all’Imperatore Carlo Magno prima che partisse con il suo esercito per combattere i suoi nemici. Essa era scritta a caratteri d’oro su una pergamena e per molto tempo fu preziosamente conservata nell’Abazia di San Michele.
Chiunque recita questa preghiera o la sente recitare oppure la porta su di sé nessun veleno potrà dargli la morte e neppure morirà di morte improvvisa.
 
Chi porta su di sé questa preghiera non sarà colpito dal male, questa preghiera conservata in una casa la preserverà dalla folgore e dal male. Chi recita tutti i giorni questa preghiera oppure la farà recitare, sarà avvisato da un segno tre giorni prima della sua morte, chi scrive per sé o per altri questa preghiera “io lo Benedirò, dice il Signore, e quando una persona è colpita da un male metta questa preghiera su di sé, dalla parte destra. AMEN
 
Ed io ti dico che se tu credi vedrai la gloria di Dio…
 

 
 
O Dio onnipotente voi avete subito
l’albero patibolare della Croce
per espiare tutti i miei peccati:
abbiate pietà di me.
 
O Santa Croce di Gesù Cristo
siate sempre con me.
O Santa Croce di Gesù Cristo
allontanate da me ogni arma.
 O Santa Croce di Gesù Cristo
preservatemi da ogni incidente corporale.
 O Santa Croce di Gesù Cristo
allontanate da me ogni male.
O Santa Croce di Gesù Cristo
ricolmatemi di ogni bene affinchè
possa salvare l’anima mia.
 O Santa Croce di Gesù Cristo
allontanate da me ogni timore della morte
e accordatemi la vita eterna.
O Santa Croce di Gesù Cristo
custoditemi e fate che gli spiriti maligni
visibili o invisibili fuggano dinanzi a me
ora e sempre.
 
AMEN
 
Come è vero che Gesù
è nato il giorno di Natale.
Come è vero che Gesù
è stato circonciso
Come è vero che Gesù
ha ricevuto il dono dei Tre Re Magi,
Come è vero che Gesù
è stato crocifisso il venerdì santo,
Come è vero che Gesù
fu sceso dalla Croce da Giuseppe d’Arimatea
e da Nicodemo e posto nel sepolcro;
Come è vero che Gesù
è risorto e salito al cielo:
così è anche vero che Gesù mi preserva
e mi preserverà da ogni attentato
dei miei nemici visibili e invisibili.
 
AMEN
 
O Dio onnipotente sotto la protezione di GESU’,
Maria e San Gioacchino di GESU’,
Maria e Sant’Anna, di GESU’,
Maria e San Giuseppe
io mi rimetto alle vostre mani.
 
AMEN
 
O Signore per l’afflizione che avete sofferto
sulla Santa Croce per me specie
quando l’anima vostra si è separata dal vostro corpo,
abbiate pietà dell’anima mia
quando partirà da questo mondo.
 
AMEN.
 
 
 
 

martedì 11 marzo 2014

PREGHIERA A SAN ROCCO PER LA PROTEZIONE E GUARIGIONE


 
 
Glorioso San Rocco,
che colpito da morbo pestilenziale
nell'atto di servire ad altri infetti,
e posto da Dio alla prova
dè più spasmodici dolori,
domandaste ed otteneste
di essere posto lungo la strada,
indi da quella scacciato,
fuori della città vi ricoveraste in povera capanna,
ove da un Angelo vennero risanate le vostre piaghe
e da un cane pietoso ristorata la vostra fame,
recandovi ogni giorno un pane
tolto alla mensa del suo padrone, Gottardo,
ottenete a noi tutti la grazia di soffrire
con inalterabile rassegnazione le infermità,
le tribolazioni, le disgrazie tutte di questa vita,
aspettando sempre dal cielo 
il necessario soccorso.
 
San Rocco fa che ci sentiamo pellegrini
su questa terra con il cuore rivolto verso il cielo.

Dona pace e serenità alle nostre famiglie.

Proteggi la nostra gioventù
e infondi in essa amore alle virtù.

Agli ammalati porta conforto e guarigione.

Aiutaci ad usare della salute
per il bene dei fratelli bisognosi.

Intercedi per l'unità della Chiesa
e la pace nel mondo.

Ottienici per la carità praticata qui in terra
di godere con Te la gloria immortale.
 
 
 

lunedì 3 marzo 2014

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE PER LA PROTEZIONE DELLA FAMIGLIA




 
A Voi, glorioso e venerabile San Giuseppe,
nella nostra tribolazione ricorriamo
e dopo d'aver implorato l'aiuto
della vostra santissima Sposa,
anche il vostro Patrocinio fiduciosi invochiamo.
 
Deh! per quella carità che Vi strinse 
all'Immacolata Vergine Madre di Dio,
e per l'amore paterno
con cui abbracciaste il fanciullo Gesù,
riguardate ve ne preghiamo,
con occhio benigno all'eredità che Gesù Cristo
acquistò col Suo Sangue
e col vostro potere e aiuto
sovvenite ai nostri bisogni.
 
Proteggete,
o provvido Custode della divina Famiglia,
l'infetta prole di Gesù Cristo;
allontanate da noi, o Padre amatissimo,
ogni peste di orrori e di vizi;
propizio dal Cielo assisteteci,
o nostro fortissimo protettore,
in questo combattimento
colla podestà delle tenebre
e come un tempo campaste
dall'estremo pericolo della vita il pargoletto Gesù,
così ora difendete a la mia famiglia 
dalle insidie nemiche e da ogni avversità;
e sopra ciascuno di noi stendete ognora
il vostro Patrocinio,
acciocché a vostro esempio
e col vostro soccorso possiamo 
virtuosamente vivere pienamente,
morire e conseguire la eterna beatitudine in Cielo.
 
Così sia.
 
 
 

PREGHIERA A SAN LORENZO PER IL SOSTENTAMENTO QUOTIDIANO



 
 
O Glorioso S. Lorenzo,
che dopo avere con eroica intrepidezza
sostenuto gli slogamenti della tortura,
i laceramenti degli scorpioni di ferro,
con un eroismo non più veduto vi rideste
dei carnefici e dei tiranni,
mentre eravate arrostito
a fuoco lento su d'una graticola,
per cui si estese la vostra fama in tutto l'universo;
 
A voi,patrono dei poveri e cuochi,
 mi rivolgo in questo giorno
a chiedere per le mie esigenze
e che in casa mia non perdetevi
il alimento quotidiano
 anche ottenete a noi tutti la grazia
di mantenerci sempre incrollabili nella fede,
malgrado tutte le tentazioni del demonio
e le persecuzioni del mondo,
e di vivere in tale maniera,
da meritarci nell'altra vita
la vostra beata immortalità.
 
Gloria.
 
Amén
 
 
 
 
 
 
 

Elenco blog personale

Copyright © 2014 PREGHIERE POTENTI